Browse By

Green Day, grazie ai fan Billie Joe Armstrong scopre di avere radici italiane

In un post su Instagram, il certificato di battesimo dei trisnonni nati a Viggiano, in Basilicata. Originaria dello stesso paese è anche la sua prima insegnante di musica

di MIRIAM MASSONE – La Stampa
Per i suoi 46 anni – compiuti il 17 febbraio – Billie Joe Armstrong, frontman e chitarrista dei Green Day, si è fatto un regalo: un viaggio virtuale nel (suo) passato, che l’ha portato fino a Viggiano, nel cuore della Basilicata. Il cantante statunitense ha scoperto di avere antenati italiani originari di questo paesino dell’alta Val d’Agri, 3 mila abitanti e la musica popolare nel dna: è noto in tutto il mondo per le botteghe dove si costruiscono le arpe. E, stando alle prime ricerche, i trisnonni di Armstrong, Pietro Marsicano e Teresa Nigro, sarebbero stati proprio «arpisti», costruttori o musicisti (è ancora da appurare). Billie, qualche giorno prima, aveva postato i loro certificati di battesimo anche su Instagram chiedendo aiuto agli amici italiani per la traduzione e per riuscire a scoprire qualcosa in più su Viggiano. Il post è diventato virale in poche ore, con più di 35 mila like e migliaia di commenti di lucani orgogliosi.

Silvia Pittoni, del Green Day Fan Club, racconta la genesi della ricerca: «L’anno scorso, durante il tour, Billie Joe ci parlò a lungo dei suoi antenati italiani, voleva avere più informazioni possibili e stava anche iniziando a imparare la nostra lingua attraverso un’app che aveva scaricato sul telefono, ma non riusciva a risalire all’esatto Comune, credeva, ad esempio, che Teresa Nigro fosse originaria di Napoli». Invece, con l’aiuto del fan club, si è arrivati a Viggiano e alla ricostruzione della storia: «I trisnonni di Billie, Pietro e Teresa, emigrarono negli Stati Uniti nella seconda metà dell’’Ottocento, forse nel 1869 e si stabilirono a Berkeley, in California. Il loro primo figlio Andrew Marsicano ebbe una figlia, Frances Myrtle Marsicano (nella foto sotto con il marito David Banks Armstrong) che diede poi alla luce Andrew Marsicano Armstrong, padre di Billie Joe».

Indagando nel passato, è emersa un’altra incredibile coincidenza: da Viggiano, «paese dei musicanti», è originaria anche la famiglia della sua prima insegnante di musica, Marie Louise Fiatarone. Fu grazie a lei, e al marito James Fiatarone, che il piccolo Billie Joe debuttò a cinque anni con il disco «Look for Love». Il motto di Marie Louise, a cui il cantante è rimasto molto affezionato, è «La musica bella è la lingua di Dio», frase con cui tuttora i Green Day salutano il pubblico ai loro concerti. Ma solo di recente Billie ha scoperto che anche Marie Louise ha radici lucane, dello stesso paese dei suoi avi.

Sorpreso e orgoglioso, il sindaco Amedeo Cicala, ora aspetta entrambi: «Ho già avuto diversi contatti con Billie Joe e l’ho invitato ufficialmente a Viggiano, siamo davvero felici che il nostro Comune sia legato a personaggi tanto importanti nel mondo della musica, è l’ennesima conferma della nostra identità: Billie si è detto interessato a raggiungerci al più presto e appena sarà qui gli conferiremo la Cittadinanza onoraria». In questi giorni il sindaco Cicala, che ha già rintracciato la via dove avevano abitato Pietro Marsicano e Teresa Nigro prima di emigrare, sta spulciando ancora gli archivi per provare a risalire ad altri parenti ancora in vita.

Lo Staff di GreenDayItaly.com ringrazia di cuore Miriam Massone per l’articolo