Un concerto fantastico! by Paola

Per la prima volta nella mia vita ho desiderato di essere un maschio…per buttarmi nel pogo delle prime file! Invece, con i miei 50 chili, ho deciso di appostarmi sulle tribune, dove comunque la visuale era buona.
Dopo il concerto di apertura dei New Found Glory (bravi, ma possono migliorare),pochi minuti prima dell’inizio dello show vero e proprio, è salito sul palco un tizio vestito da coniglietto rosa ubriaco, con in mano una bottiglia di birra, che ballava sulla musica di Ymca. E già gli animi hanno iniziato a scaldarsi, fino a esplodere con l’ingresso sul palco della band.
Hanno subito attaccato con American Idiot, e nel corso della serata hanno suonato sia dei pezzi dal nuovo album sia le canzoni vecchie più belle.
Billie Joe è del tutto matto, è stato un grande! Ha sempre incitato il pubblico, gridando “eeeh-oooh”, e 4 strafortunati sono saliti sul palco con lui. Il primo lo ha aiutato a sparare acqua sulle prime file con il super liquidator, mentre gli altri 3 anno avuto in consegna uno strumento a testa. Il batterista non non ha fatto gran che, ma il bassista e il chitarrista erano proprio bravi e hanno avuto il loro momento di gloria. Il chitarrista ha ricevuto in regalo la chitarra di Billie Joe (invidiatissimo da tutti!) mentre il bassista ha avuto l’occasione della vita di lanciare sul pubblico! Anche Billie Joe più tardi si è lanciato, e c’è voluto un po’ prima di vederlo riemergere! Poi, presentando i membri della band, dopo aver nominato Tré e Mike, si è autopresentato e, in italiano, ha detto: “E io sono cazzo!”. Altro episodio che merita di essere ricordato: Billie Joe che inizia a toccarsi in maniera esplicita! La scena non è durata tanto, ma BJ è stato molto convincente!


Come sempre mitici anche Mike, che si muove benissimo sul palco, e Tré, che ogni tanto lanciava per aria le bacchette. Alla fine ne hanno regalate un bel po’ al pubblico. Io mi sono dovuta accontentare di un misero ricordino, cioè i ritagli di carta (verdi, bianchi con su il cuore-bomba, e rossi con su la scritta Green Day), che hanno sparato in alto alla fine, creando un’atmosfera super d’effetto.
Non avevo mai visto i Green Day dal vivo, e sono stati proprio bravi, niente errori né stecche, quasi perfetti come si sente nel cd. Il concerto è durato un ora e mezzo, che io ho trascorso cantando a squarcia gola e ballando nel poco spazio delle tribune, rischiando anche di cadere in avanti! Potevano continuare a suonare per ore, e nessuno si sarebbe stancato!
Che dire ancora? Ecco qualche flash: 1) ogni tanto qualche ragazzo in platea veniva sollevato e trascinato sulla folla fino a sotto al palco, per poi essere allontanato dalla security; 2) tra i musicisti di supporto ai Green Day è salito sul palco un trombettista vestito da ape; 3) Billie Joe era vestito come al solito di nero con la cravatta rossa, mentre per gli ultimi pezzi si è cambiato e aveva una cravatta nera su camicia rossa, Mike aveva i pantaloni con neri con la riga rossa e Tré non ci ho fatto caso!; 4) durante i pezzi più d’atmosfera il pubblico ha acceso nel buio gli accendini (o gli schermi dei telefonini); 5) la scenografia sul palco era semplice, ed è stata cambiata alcune volte, c’era la scritta “Green Day” luminosa, delle bandiere messe orizzontalmente con il simbolo del nuovo cd e sugli amplificatori c’era il simbolo del pugno chiuso; 6) dentro al Filaforum vendevano il merchandising ufficiale, e all’esterno era pieno di bancarelle con le magliette tarocche. Di sicuro hanno venduto di più fuori, perché, oltre ai prezzi più bassi, c’era anche più scelta.
Questi sono alcuni dei miei ricordi.
L’appuntamento è al prossimo concerto!