Browse By

Mike Dirnt a RS: La cosa è, buono, cattivo o brutto, devo sostenere il mio ragazzo

Rolling Stone dopo l’intervista fatta a Billie Joe ha pubblicato online, un’altra interessante intervista, questa volta fatta a Mike Dirnt. Di seguito la traduzione:
“Cautamente ottimisti – ed anche ansiosi” così risponde il bassista dei Green Day, Mike Dirnt, quando gli viene chiesto come si sente a causa della più grande crisi che la sua band abbia mai conosciuto: il crollo pubblico del cantante e chitarrista Billie Joe Armstrong nel corso del concerto all’iHeart radio di Las Vegas, lo scorso Settembre, e sul sucessivo percorso in riabilitazione di Armstrong avvenuto a causa di alcolismo e dipendenza da farmaci.
“Sono entusiasta che tutto questo stia per finire” continua Dirnt, riferendosi al ritorno dei Green Day in tour tra poche settimane, a partire ufficialmente da Chicago il 28 marzo “Voglio essere sicuro che metteremo un piede di fronte l’altro e farlo nel modo giusto”.

Nel nuovo numero di Rolling Stone, Armstrong rompe il silenzio in un’intervista esclusiva. Lui descrive in modo onesto e dettagliato il suo crollo a Las Vegas, le abitudini pericolose e le turbolenze emotive che lo hanno accompagnato fino a quel giorno, ed il suo recupero in corso. Armstrong parla anche candidamente sullo stato e il futuro della sua band, incluso l’impatto dei suoi problemi nei Green day sulla ¡Uno!, ¡Dos! e ¡Tré!

Anche Dirnt ha parlato con Rolling Stone, rivelando la sua preoccupazione per l’ amico d’infanzia e la loro prima, seria conversazione dopo che Armstrong è uscicto dalla riabilitazione. In quest’esclusivo estratto, il bassista descrive i suoi ricordi di quel giorno a Las Vegas, la prima prova dei Green Days con un nuovo, sano Armstrong e le ambizioni maniacali e del carico di lavoro che ha quasi portato tutta la band al limite della sanità mentale.

Hai visto dei campanelli d’allarme, prima dell’incidente a Las vegas, per i quali Armstrong era vicino ad un crollo?
Avevamo tutti chiuso un occhio a riguardo – ‘Tutti si occupano della propria merda’ . Perchè lavoravamo duro sin da American idiot (2004). Non ci siamo fermati un attimo: Il disco dei Network(2003), Foxboro Hot Tubs, il Musical di American idiot, gli album live, 21st Century Breakdwon. Ci sono così tante cose che abbiamo scritto e fatto, tra i dischi, che ancora non abbiamo pubblicato. Ci penso e dico: ‘ Che tipo di ritmo a quello?’ . Tutti crollerebbero per molto meno.

Billie è molto spinto. Billie è musica – d’epoca. Lo amo per questo. Sono fortunato per suonare con il mio migliore amico e faccio tutto quello che mi è possibile per supportare questa band. ma ci sono volte in cui siamo tipo: ‘ Abbiamo davvero bisogno di scalare un altra montagna, nel bel mezzo di una salita?’

Come è stato per te quel giorno a Las Vegas, anche prima dello spettacolo?
A ripensarci è stato molto teso. Ci chiusero in una stanza per tipo sei ore. (Pausa). NOn intendo ‘sottochiave’ . Ma non voleva stare nei corridoi con l’entourage di tutti. Mi sentivo come un topo in gabbia. Era uno spazio ristretto con un sacco di gente strana in giro, persone che non conoscevamo che andavano dentro e fuori [dal camerino].

Quando Billie è arrivato era tipo: ‘ Ti stai sbagliando – che sta succedendo?’. Ho tenuto d’occhio la situazione, ed è semplicemente andata progressivamente in discesa. Io e Billie, non suoniamo più come dodicenni. Ma ad un certo punto, mi sono detto, ‘facciamo qualche pasticcio’ . In qualche modo siamo finito con il fare wrestling nel backstage. Pensai…’Se solo potessi avere un po’ di questo da lui…’ Ma con la deprerssione addosso e l’alcool, non è finita come una festa dei giovani.

Cosa hai pensato quando hai visto Billie perdere la testa sul palco?
Sai, a dire la verità, ero d’accordo con quello che ha detto, al di fuori di citare chiunque altro. So che non e ‘Billie. La cosa più impressionante di tutto questo – è che ero d’accordo con la sua dichiarazione. Ma stavo guardando il mio amico e :’Sei fuori di testa, cazzo’. Ed era un concerto di merda.

Il mondo ha visto in passato cose molto più grandi. Il mondo ha riso con noi abbastanza per sapere che si può ridere con noi, a capirci in qualche modo. Abbiamo un senso di umiltà.

Billie mi ha detto che subito dopo Las Vegas, prima di andare in riabilitazione, ti sei rivolto a lui con rabbia per il suo comportamento e per l’effetto che aveva sugli altri.
Per me, è iniziata come una preoccupazione per il mio amico. Poi si è trasformata in rabbia. E poi è diventato un: ‘ Sono arrabiato per quello che stai facendo a te stesso. Qualsiasi cazzo di cosa stia succedendo, questo non sei tu, e sei finito in basso. Lo stai facendo da solo, e ci stai trascinando con te’ . “A volte hai un amico o una persona cara che hanno bisogno di essere scossi. Non vedono un percorso fuori.

Ironicamente, è successo una settimana prima che pubblicasse il primo dei vostri tre nuovi album, uno dei vostri progetti più ambiziosi come band.
Non una persona mi ha chiamato e si è congratulata con me il giorno in cui [Uno!] è uscito. Tutti avevano paura di chiamare e dirci qualcosa. Sono stato un po’ in depressione. Grazie a Dio, mia moglie era lì per me e in grado di aiutarmi ad elaborare le mie emozioni.

Billie mi ha detto che tu, lui e Tré vi siete riuniti per una prova nel mese di novembre, non molto tempo dopo aver finito la riabilitazione. Che cosa avete suonato? Ti è sembrato migliore, più forte?
Onestamente, la prima volta che abbiamo suonato, abbiamo fatto solo sei o sette canzoni, solo per muovere le mani sui nostri strumenti nella stessa stanza insieme. Suonava bene. Suonava bene. Ma non stavamo davvero. . .

Suonando per uno scopo?
Esattamente. E’ come andare nel tuo giardino, per riempire il tuo week-end guerriero, con un motore truccato. ‘ Funziona bene’ e la rimetti nel garace. ‘era una preoccupazione più profonda, un sentimento più profondo. Eravamo irrisolti.
Ma suoniamo tutti molto. Ho suonato il mio basso per quattro ore una settimana fa. E io suono ogni giorno, per almeno 40 minuti, proprio sul divano.

Puoi dire che c’è qualcosa di diverso in Billie ora?
Il cambiamento più grande in questo momento è nella nostra vita, soprattutto per lui. Siamo stati costretti a fermarci, calmarci e riflettere su tutto ciò che c’è nella nostra vita, non solo nelle nostre realizzazioni. Ascolta il silenzio. Ascolta la tua vita. Sii presente, non pensare solo a quello che succederà la prossima settimana, il prossimo mese.

Come pensi che possa incidere sulla prossima musica che farete,le nuova canzoni che Billie è certo di scrivere?
L’unica cosa che ottieni con questa band è la realtà. . La festa era lì quando eravamo più giovani. Chi sa dove si finirà da qui? Ma si è sempre onesti. Quando ascolto le canzoni, riesco a sentire puzza di bruciato. Mi piacciono le canzoni che mi parlano con un po ‘di verità più profonda.

Quando tornerete in Tour, come pensi che campieranno le cose nel backstage in modo da permettere a Billie di restare sobrio, pur divertendovi?
E’ ovvio. Il backstage non ha bisogno di essere un bar. E a me va bene così. Dobbiamo solo ammazzare il tempo. . Inoltre, non c’è bisogno di dire di sì a tutte le opportunità di fronte a noi. Abbiamo fatto qualcosa come 228 concerti per American Idiot e 190 per 21st Century Breakdown. Senza contare i cinque giorni a settimana di prove. La cosa è, buono, cattivo o brutto, devo sostenere il mio ragazzo. Lo sosterrò, e poi farò il prossimo passo assieme a lui. E lo faremo anche fuori scena.

Lascia un commento